Porta Calavena

     


sona la campanela
che sveia^'l capitano
e ciama tuti quanti
su dal borgo d'Arzignano!
Mama! soto le mure
ghe zé^i soldà foresti
co' la cavaleria,
sona la campanela
che sveia^'l capitano
e ciama tuti quanti
su dal borgo d'Arzignano!

i ga pianta le tende;
chi zé ca ne difende
ca semo senza pan?

Mama! soto le mure
ghe zé^i soldà foresti
co' la cavaleria,
sona la campanela
che sveia^'l capitano
e ciama tuti quanti
su dal borgo d'Arzignano!

Mama! soto le mure
ghe zé^i soldà foresti
co' la cavaleria,
sona la campanela
che sveia^'l capitano
e ciama tuti quanti
su dal borgo d'Arzignano!

i ga pianta le tende;
chi zé ca ne difende
ca semo senza pan?

Dopo tre setimane
che la gente
la pregava^'l cielo prometendo procession…

i buta zo l'avena de la cavaleria,
i cava su le tende, varda,
varda che^i va via!

Mama! soto le mure,^a
la Porta de l'Oriente,
no se capisse gnente:
i buta zo l'avena de la cavaleria,
i cava su le tende, varda,
varda che^i va via!

zé vero che^i va via:
la guera zé finìa,
fin qua no^i torna più!
Mama! da Porta Calavena,
el prete^e^'l capitano,
la gente de Castelo
co' la gente d'Arzignano,
sona la campanela
che la parte^in procession.
Din, don.